Il libro Recensioni Diario  Ex Cathedra E-mail



 

La Nazione

Quer pasticciaccio brutto di via della Colonna ovvero Giallo al Miche, è "una piccola follia", un divertentissimo libello scritto quasi per gioco da Carlo Savelli, professore di matematica e fisica al liceo classico Michelangelo, luogo di ambientazione prescelto della sua breve storia "gialla".

Da Carlo Emilio Gadda si è ispirato per il titolo e la forza intrepida, realistica, a volte mostruosa, di riflettere sull'uomo e il caos di un universo in crisi, in questo caso, quello della scuola e degli insegnanti, fagocitati e sommersi da una selva di regole didattiche sempre più voluminose, oscure, inarginabili, farraginose, vedi le programmazioni modulari, i curricoli impliciti, le verticalizazioni, i POF, la ricerca-azione, le metodiche transdisciplinari, i conflitti cognitivi, la progettualità.

Una scuola delirante ed esasperata dalla burocrazia cartacea, quella descritta con ironia fantascientifica da Savelli, dotato di una fine, giocosa e caustica polemica. Il libro si apre con un surrealiastico consiglio di classe, anno 2003... Un'apocalisse maccheronica ed immaginaria di una scuola che, costretta alla superefficienza dell'immagine, nopn trova più che se stessa.

 

Donatella Mercanti

 



Indietro